Seguici su CarServer Twitter CarServer Twitter CarServer Twitter
AREA RISERVATA
CLIENTI
PARTNER
OPERATORI
Accedi
IL MONDO
CAR SERVER

NEWS ED EVENTI

Consulta le ultime novità dal mondo Car Server e rimani sempre aggiornato sui nostri eventi.

AUTO CHE INVECCHIA, MIGLIORA
pubblicato il 12/02/2018


Arriva dagli stati uniti un nuovo tipo di investimento: le azioni delle auto d’epoca.

L’idea è stata lanciata dalla società statunitense RallyRD e consiste nel comprare azioni di auto classiche, come su un tradizionale mercato azionario, aprendo a tutti le porte di un settore esclusivo e generalmente riservato a pochissimi collezionisti. Perché se nessuno mette in discussione che avere in garage uno o più modelli vintage consente di investire in un capitale che acquista valore con il passare del tempo, di fatto sono davvero in pochi a potersi permettere di acquistare una Ferrari, una Maserati o una Bugatti d’epoca.

Il servizio, al momento disponibile soltanto in 32 Paesi degli Stati Uniti, è stato lanciato da un’omonima app, scaricabile gratuitamente per iOS e operativa dalla fine di novembre 2017, e consente di investire anche piccole cifre in quote di esemplari storici del settore automobilistico in attesa di rivalutazione. Basta visionare il parco macchine, consultare il blog informativo sui modelli a disposizione e quelli in arrivo e soprattutto investire, esattamente come in un mercato azionario, anche solo 50 dollari.

Il valore di ogni auto viene suddiviso in 2000 azioni acquistabili da tanti diversi compratori, che diventano così proprietari parziali, con l’obiettivo di far rivalutare i modelli e rivenderli al momento opportuno. Quando RallyRD vende un’automobile, ogni azionista viene ripagato del suo investimento con margini di guadagno variabili. Ogni asset è supervisionato da esperti del settore ed è assicurato h24. Tutte le auto della società sono sempre in vendita e spetta al comitato stabilire il momento in cui concludere le operazioni e decidere se accettare le offerte.

 


continua a leggere

CRASH TEST 2017: LA CLASSIFICA DEI MODELLI A CINQUE STELLE
pubblicato il 29/01/2018


I principali vincitori dei test Euro NCAP 2017 nelle diverse categorie.

Nonostante i protocolli di valutazione siano stati resi più severi, la maggior parte dei nuovi modelli testati ha raggiunto il punteggio massimo, un segnale evidente e positivo di una maggiore sicurezza dei nuovi veicoli. I brillanti risultati sono dovuti alla sempre maggiore diffusione dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS). La frenata automatica per rilevazione dei pedoni è risultata disponibile nell’82% delle auto esaminate, e nel 62% dei casi come parte della dotazione di serie; i sistemi di assistenza e controllo della velocità sono risultati presenti nel 92% delle nuove vetture, testate come parte della dotazione di serie nell’82% dei casi. Notevoli miglioramenti si sono registrati anche nella sicurezza passiva, con particolare riferimento alla protezione degli adulti e dei bambini a bordo.

Volkswagen Executive
Primo posto assoluto per questo modello che primeggia in tutte le categorie, con valutazioni di eccellenza nella protezione dei bambini a bordo e dei pedoni, grazie soprattutto alla presenza del dispositivo "cofano attivo".

Volvo XC60
Il suv della Volvo ha ottenuto il massimo dei punteggi nella categoria "Large Off-Road" per quanto riguarda l’urto laterale contro barriera e palo, e una menzione particolare al sistema di frenatura automatica di emergenza. L’ AEB, di serie su tutti i modelli XC60, ha infatti ottenuto il massimo del punteggio in tutte le prove di funzionalità. Unici punti deboli la protezione del torace del passeggero posteriore, in caso di urto frontale ‘pieno’ contro barriera, e la protezione della testa del pedone, in caso di urto con alcune zone del cofano.

Volkswagen T-Roc
Il suv della Casa tedesca si è messo in evidenza tra i modelli ‘Small Off-Road’ per l’ottima protezione di adulti e bambini a bordo, ottenendo il massimo punteggio nelle prove di urto laterale, contro barriera e palo. Qualche piccola criticità per la testa del pedone che impatta contro la base del cofano o dei montanti del parabrezza. Molto buone le performance dei sistemi ADAS, di serie su questo modello.

Volkswagen Polo
La più sicura delle "supermini", con AEB di serie: ottima protezione di adulti e bambini a bordo e un punteggio massimo per la protezione nel caso di urto laterale e contro il palo. Sono state registrate solo alcune piccole defaillance nell’urto del pedone contro il cofano a livello dei montanti del parabrezza e in alcune piccole aree del cofano.

Opel Crossland X
Questo suv ha ottenuto il massimo del punteggio tra le "Small MPV", anche se il modello testato non disponeva del freno automatico di emergenza, previsto solo come optional, ed eccellenti punteggi nei test della protezione dei bambini in caso di urto frontale contro barriera e nella protezione delle gambe del pedone in caso di urto contro il paraurti. Di poco rilievo le criticità relative alla bassa protezione del torace del passeggero posteriore in caso di urto frontale con barriera e la regolazione non ottimale dei poggiatesta posteriori, con scarsa protezione dal colpo di frusta.

Subaru XV e Impreza
I due modelli di "Small Family Car" sono strutturalmente identici e hanno ottenuto un punteggio massimo per la protezione di tutte le parti del corpo in caso di urto contro la barriera laterale e massima valutazione per la protezione dei bambini a bordo. La leggera differenza di altezza tra i due modelli ha comportato l’effettuazione di test suppletivi per l’Impreza, che nella prova di impatto con il pedone è risultato penalizzato dalla diversa conformazione del cofano anteriore.
 

continua a leggere

ACCOPPIATA VINCENTE AL PALABIGI
pubblicato il 22/01/2018


Drive Different sponsor di una partita avvincente e della vittoria biancorossa della Grissin Bon

Car Server è insieme a Pallacanestro reggiana dal 2011 e sabato scorso si è rinnovato al Palabigi l’appuntamento con il Car Server Day, ormai un classico attesissimo per i supporter della squadra di Max Menetti. L’azienda, anche quest’anno sponsor della Pallacanestro Reggiana, ha organizzato l’evento in occasione del match contro Avellino.

La serata, una vera e propria battaglia conclusa con la vittoria della Grissin Bon sulla capolista Sidigas Avellino per 89 a 86, ha fatto vibrare il PalaBigi dei colori del team: i tifosi hanno ricevuto un omaggio bianco-rosso offerto da Drive Different, il prodotto di noleggio a lungo termine di Car Server per privati e liberi professionisti: un segno tangibile per gratificare e rendere ancora più protagonisti i tanti appassionati della Pallacanestro Reggiana e sostenere la squadra. Alle entrate della tribuna e della gradinata erano inoltre visibili le autovetture Drive Different guidate dai campioni biancorossi.

«Car Server ha voluto rinnovare l’appuntamento dedicato a tifosi e giocatori con una serata di allegria e divertimento» ha spiegato Giovanni Orlandini, AD di Car Server «I ragazzi di Max Menetti sono nel nostro cuore, io in prima persona non perdo una partita al PalaBigi: Car Server è un’azienda nazionale con 23 filiali in tutta Italia, ma non dimentichiamo le nostre radici reggiane. Anzi! Vogliamo essere sempre più vicini alla città e alle sue passioni più genuine».


continua a leggere

IL FUTURO MULTITASKING DELL'AUTO
pubblicato il 16/01/2018


L’auto è donna? Questa è l’idea nell’immaginario di molti. Sicuramente, come si dice di molte donne, sarà multitasking. O almeno questo è quanto è emerso dai progetti di Toyota presentati al Ces di Las Vegas, il più grande evento mondiale dell’elettronica di consumo e del digitale che le aziende automobilistiche sfruttano come trampolino di lancio per i concept del futuro.

Il progetto si chiama e-Palette, si compone di una parte software ed una hardware - rispettivamente e-Palette Alliance e Concept Car - ed è una piattaforma multi-servizi pensata per rispondere alle esigenze delle aziende.

«L’industria automobilistica sta chiaramente attraversando il suo più drammatico periodo di cambiamento, visto che tecnologie come l’elettrificazione e la guida autonoma e connessa stanno facendo progressi enormi» è stato il commento di Akio Toyoda, presidente della Toyota Motor Corporation. «Stiamo sviluppando soluzioni di mobilità per migliorare la qualità della vita, e stiamo facendo la nostra parte per creare una società sempre migliore per i prossimi 100 anni. L’e-Palette segna un importante passo avanti nella nostra evoluzione verso la mobilità sostenibile, dimostrando la nostra continua espansione oltre i veicoli tradizionali per la creazione di nuovi servizi per i clienti».

Auto, negozio su ruote, corriere o fattorino, a seconda delle necessità: il veicolo del futuro targato Toyota non si limita a essere green e a guida autonoma. E-Palette è un sistema composto da un veicolo a forma di cubo completamente autonomo ed elettrico, personalizzabile dal punto di vista delle dimensioni e della “portata”, con un’interfaccia di controllo aperta che consente alle aziende partner di installarvi il proprio sistema di guida.

Una volta installato il sistema di guida autonoma dell’azienda partner, la tecnologia Toyota fungerà da rete di sicurezza per supervisionare e garantire il funzionamento del veicolo, mentre l’estetica degli interni resterà a totale discrezione dell’azienda partner e verrà determinata dalle esigenze del cliente.

Sono previste per il momento tre dimensioni di Concept Car e l’idea è quella di testare su strada l’e-Palette in diversi paesi, Stati Uniti compresi, a partire dal 2020, sfruttando anche le Olimpiadi di Tokyo per presentare soluzioni di mobilità alternative e innovative.

Amazon, DiDi, Pizza Hut, Mazda e Uber, anche partner nello sviluppo tecnologico, sono già saliti a bordo del progetto, immaginando possibili impieghi come il ride-sharing, le consegne di acquisti o pasti, il negozio su ruote e addirittura una sorta di albergo che accompagna gli ospiti negli spostamenti. 

Un concept simile è stato presentato anche dalla Volkswagen con la Sedric e dalla Rinspeed con la Snap. 


continua a leggere