Seguici su CarServer Twitter CarServer Twitter CarServer Twitter
AREA RISERVATA
CLIENTI
PARTNER
OPERATORI
Accedi
IL MONDO
CAR SERVER

NEWS ED EVENTI

Consulta le ultime novità dal mondo Car Server e rimani sempre aggiornato sui nostri eventi.

R1: LA CITYCAR ELETTRICA CHE ARRIVA DALLA CINA
pubblicato il 19/02/2019


Great Wall Motor Company Limited è il più grande costruttore di suv e pick-up a capitale privato della Cina e ha debuttato da poco con il marchio Ora, sub-brand completamente dedicato alle auto elettriche, e la citycar di nome R1.

La piccola Ora, destinata per il momento al solo mercato cinese ma comunque di grande interesse per il futuro della mobilità green, è una cinque porte volutamente minimal dalle forme compatte e squadrate. Gli interni sono ben strutturati, l’abitacolo è essenziale, e gran parte dei comandi per la gestione delle funzionalità di bordo ed infotainment è stato sostituito da un centro di controllo touch integrato in un ampio display centrale e da alcuni piccoli comandi, come ad esempio audio e telefono, presenti sul volante. Non mancano neppure elementi di design originali, come ad esempio i fari a forma di occhi.

Questa citycar ecologica si presenta come una vettura razionale, pensata prevalentemente per gli spostamenti in ambito urbano e metropolitano, con un'autonomia stimata di circa 300 km, equipaggiata con un motore elettrico da 35 kW, equivalente a poco meno di 48 CV. L’alimentazione prevede una batteria da 33 kWh che consente una velocità massima di 100 km/h, un limite pensato appositamente per non incidere negativamente sull’autonomia.

R1 è garantita per tre anni o 120.000 km mentre sulle parti elettriche la copertura è di otto anni o 150.000 km, ed è disponibile in tre colori: bianco titanio, blu, blu cielo, combinazione di titanio bianco e nero lucido e una combinazione di titanio blu e bianco.

Il gruppo non ha precisato se e quando arriverà in Europa, ma non lo ha nemmeno escluso e in quel caso, con un prezzo di listino a partire dai 10.000 euro anche in caso di allestimenti superiori, potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione green nel mercato dell’automobile.