Seguici su CarServer Twitter CarServer Twitter CarServer Twitter
AREA RISERVATA
CLIENTI
PARTNER
OPERATORI
Accedi
IL MONDO
CAR SERVER

NEWS ED EVENTI

Consulta le ultime novità dal mondo Car Server e rimani sempre aggiornato sui nostri eventi.

IL MOTOR SHOW CAMBIA CASA
pubblicato il 24/05/2019


Il 2019 è un anno di cambiamenti per l'evento di motori più atteso da tutti gli appassionati.

Il Motor Show di Bologna, istituito nel 1976, ha cambiato casa. La storica kermesse emiliana delle due e delle quattro ruote è rinata sotto un'altra veste nella vicina Modena, dividendosi tra il quartiere fieristico, la città e l'autodromo di Marzaglia.

L'edizione 2019, che ha aperto le sue porte dal 16 al 19 maggio, è stata ricca di cambiamenti già a partire dal nome: "Motor Valley Fest".

Da Show quindi a Festival, un nuovo format che rispecchia i trend che avanzano e porta con sé un'aria di novità.

Il direttore generale di BolognaFiere Antonio Bruzzone afferma a proposito di questo cambiamento: "In questi anni noi organizzatori di fiere ci siamo chiesti come gli ingredienti della formula Motor Show potessero e dovessero evolvere. BolognaFiere opera con una logica aziendale di competitività, l'ottica di ottimizzazione e miglioramento continuo non poteva non interessare il Motor Show. Ecco quindi l'esigenza di un nuovo progetto più agile e flessibile, un vero e proprio evento, più che un Salone in senso tradizionale".

In questa nuova edizione del Motor Valley Fest, si è puntato a valorizzare il marchio Motor Valley, ovvero una terra ad elevato tasso di passione, cultura e radicamento automotive. Nel corso del Festival i visitatori hanno potuto ammirare costruttori di auto sportive (Ferrari, Maserati, Pagani, Lamborghini, Ducati, Dallara) e esposizioni a tema presso alcuni dei più conosciuti musei automotive (i Musei Ferrari di Modena e Maranello, il Museo Pagani di San Cesario sul Panaro, il Museo Stanguellini, il Museo Panini).

Il Festival ha registrato 70.000 visitatori nonostante il maltempo. Nella giornata di apertura, il convegno "Il futuro dell'automotive" ha raccolto più di 800 partecipanti al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena e sono stati invece più di 600 gli studenti che hanno partecipato ai Talents Talk, gli incontri tra aziende e giovani talenti, organizzati in collaborazione con HPE Coxa, Dallara, Bosch, Lamborghini e Ducati, Continental, Pirelli, Accenture e Motorsport University.

Infine sono stati oltre 3.500 gli appassionati arrivati al Parco Novi Sad per assistere allo spettacolo adrenalinico dei Pit Stop Ferrari.

Anche il centro di Modena ha accolto 21.000 visitatori durante i tre giorni della manifestazione, con visite a musei, monumenti, e istituti culturali.

ll Motor Valley Fest 2019, racchiudendo in sé la prestigiosa eredità ed esperienza del Motor Show di Bologna, ha riscosso quindi un grande successo e non può che essere destinato a diventare una tappa fissa nel panorama dei saloni e delle fiere italiane ed europee.